La struttura

È dal centro di Laveno, dal porticciolo vecchio che si ha l'esatta sensazione di cos'è la Fondazione Menotti Bassani, la Casa di Riposo, come in genere viene chiamata.

E così dai soggiorni della Residenza "Franco Bassani" si lega un filo doppio tra Laveno e la Fondazione.
In una RSA si deve continuare a vivere, ed è per questo che dentro c'è un intero mondo, con tante professionalità tutte intente a raggiungere l'obiettivo comune e condiviso del benessere degli ospiti presenti.
Vi è tutto quindi per garantire le necessità primarie agli ospiti.

Tutti gli ambienti sono presenti: una cucina splendida, una lavanderia in cui sono presenti le più moderne attrezzature anche informatiche, e tanti spazi tutti a disposizione di ospiti e personale.

Ampi saloni dove vengono svolte attività terapeutiche, locali per la cura estetica degli ospiti, locali di culto di grande suggestione. In totale oltre 20.000 mq., una grande superficie, per fare un paragone sostenibile corrisponde alla superficie di quasi 200 appartamenti di medio taglio.

I fabbricati sono due:
il primo inaugurato nel 1966 è quello affacciato sul golfo di Laveno ed è denominata Residenza "Franco Bassani". Vi risiedono 130 ospiti suddivisi in 6 nuclei. È stato autorizzato al funzionamento per l'assistenza di 130 ospiti, con delibera dell'A.S.L. della Provincia di Varese n. 526 del 30 giugno 2009.

Al piano terreno è stato realizzato un Centro Diurno Integrato: offre, nelle ore diurne, a 20 ospiti di inserirsi e usufruire delle opportunità presenti nella R.S.A. per poi far ritorno nelle proprie abitazioni e condividere con i propri familiari le ore serali e notturne.
Sullo stesso piano saloni comuni dove vengono svolte da parte dell'equipe di animazione, attività ricreative e terapeutiche. Nei 3 piani sovrastanti sono presenti i nuclei di residenza degli ospiti, che corrispondono nel mondo delle R.S.A., a unità abitative dove vengono svolte le principali funzioni quotidiane.
il secondo è più recente ed è stato realizzato in fasi successive. Al piano seminterrato sono presenti la cucina generale, la lavanderia ed il salone denominato "delle feste" che ben rappresenta la sua funzione.
L'autorizzazione al funzionamento per l'assistenza di 148 ospiti è stata rilasciata con delibera dell'A.S.L. della Provincia di Varese n. 533 del 30 giugno 2009.
Al piano terreno sono presenti gli uffici amministrativi, una chiesa splendida ed il nucleo di 28 ospiti bisognosi per le loro caratteristiche psico-fisiche più di altri di assistenza. Nei tre livelli superiori sono presenti i nuclei dove risiedono gli ospiti.
In totale nelle Residenze "Giannina Scotti" e "Gennaro Arioli" sono presenti 7 nuclei.
I due grandi fabbricati sono collegati da un tunnel coperto e riscaldato che permette la possibilità di interazione fra le due realtà.
Tutti i fabbricati sono compresi in un ambientale privilegiato, costituito da prati e boschi ed inseriti in un contesto paesaggistico unico con vista sul lago Maggiore e sulle montagne circostanti.
Nel parco di oltre 30.000 mq. è presente anche una villetta all'interno della quale, per ampliare le unità di offerta presenti, sono state realizzate 6 unità abitative che potranno essere utilizzate da persone anziane (coppie o singoli) in grado di sostenere in autonomia alcune attività, e disporre all'occorrenza di servizi presenti nella R.S.A.

Immagini

Regione Lombardia ASL VareseCertificazione ISO