La Fondazione, dal 2013, offre le misure di RSA aperta e di Residenzialità assistita in favore di persone anziane fragili. Per ogni utente beneficiario delle misure le prestazioni vengono remunerate con voucher di Regione Lombardia.

Nel primo caso, RSA Aperta, vengono forniti un’ampia serie di interventi e la possibilità di usufruire di servizi sociosanitari a:

  • persone affette da demenza certificata da un medico geriatra o neurologo di una struttura accreditata/équipe ex U.V.A. ora CDCD;
  • anziani ultra settantacinquenni non autosufficienti, riconosciuti invalidi al 100%;

nonché ai loro familiari, allo scopo di mantenere il più a lungo possibile la persona a domicilio e garantirne le abilità residue, rinviando nel tempo la necessità di ricovero in una struttura residenziale.

L’utente deve sempre disporre di almeno un caregiver, persona dedicata all’assistenza, familiare e/o professionale, che presti assistenza nell’arco della giornata e della settimana.

I vari professionisti (ASA, OSS; Fisioterapista, Educatore.) sulla base di uno specifico Piano assistenziale erogano le prestazioni a domicilio o presso la Fondazione in fascia diurna.

Per accedere alla RSA Aperta gli utenti – o i loro familiari – devono presentare domanda alla Fondazione Menotti Bassani da lunedì a giovedì dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 il venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.00 presentandosi all’Ufficio Risorse Umane o telefonando al nr. 0332 668339 int. 6.

Nel secondo caso, Residenzialità Assistita, la Fondazione eroga a persone residenti in RSA o presso i Minialloggi di Villa Elisa a persone di età pari o superiore a 65 anni, anche con patologie croniche stabilizzate, che si trovano in condizione di difficoltà e/o isolamento per la mancanza di una rete in grado di fornire adeguato supporto, prestazioni sociosanitarie in un ambiente familiare e socializzante.  La richiesta di accesso alla misura deve essere formulata al Distretto ASST di riferimento.

Tariffe RSA Aperta

Carta dei servizi RSA Aperta